gli obiettivi

Il peggio del pessimista, è non riuscire ad attraversare la strada per paura di essere travolto.

Il peggio dell’ottimista è attraversare la strada correndo, sicuro che di là c’è sempre e comunque il progresso.

Il meglio di un centrista è, prima di attraversare la strada, guardare a destra ed anche a sinistra, e poi, assicuratosi che tutti i problemi sono stati affrontati e risolti, attraversare la strada e raggiungere l’obiettivo.   Francesco Iudica.              

Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
Marcel Proust

Per i siciliani resta l’aereo la migliore terapia per la salute.

Per i siciliani resta l’aereo la migliore terapia per la salute. È il paradosso a cui ha fatto ricorso il procuratore generale della Corte dei conti sella Sicilia Giovanni Coppola per esprimere il suo giudizio sulla efficienza dei servizi sanitari. “Credo che in Sicilia – ha detto – valga sempre il detto: ‘il miglior ospedale è l’aeroporto Falcone-Borsellino’. Nel senso che, quando c’è qualcosa di serio, per i siciliani è meglio prendere l’aereo per andare a curarsi altrove”.

Verità….

La verità e l’originalità troverebbero più facilmente posto nel mondo, se coloro che non sono in grado di produrle non cospirassero di comune accordo per non farle venire alla luce..


Arthur Schopenhauer

Le verità

Tutte le verità passano attraverso tre stadi. Primo: vengono ridicolizzate; secondo: vengono violentemente contestate; terzo: vengono accettate dandole come evidenti.
 
Arthur Schopenhauer

Il Vizio di Pensare

…… Pensare non è come fumare un buon sigaro né come mettersi le dita nel naso o rosicchiarsi le unghie, semmai è come mangiare o respirare: non farlo significa non vivere.
       Pensare è un vizio considerato tale solo dai potenti che ritengono che solo loro possano pensare, mentre gli altri debbano limitarsi a diffondere il pensiero del potente che lo ha espresso. Essi, cioe, sono convinti che non sia necessario respirare o mangiare ma sia sufficiente sapere che qualcuno lo fa, e magari morire di fame o per soffocamento.
       Che ve ne pare? E’ un po confuso come concetto, vero?
Eppure ho la sensazione non solo che sia stato chiaro ma ciascuno dei lettori abbia, in cuor suo, individuato questo o quel potente a cui affibbiare l’esempio […..]

(tratto da “Il Vizio di Pensare” di Salvo Fleres)

cambiare la cultura politica

“A cambiare dovrebbe essere la cultura politica del nostro Paese, il senso che i politici hanno delle istituzioni e dei ruoli che in esse ricoprono: ruoli di altissima responsabilità civica, non tappe di un cursus honorum da aggiornare, migliorare, scalare a qualunque costo”