Il valore dello stare insieme

L’apprezzamento che feci nel mese di febbraio verso alcuni comportamenti del centro-sinistra cittadino  e la critica verso la mia parte politica,  ha portato bene. Quante cose sono accadute da quel momento. Si diede vita ad una vera coalizione municipale, che andò oltre le liste degli autonomisti, si riuscì ad aggregare tantissime persone,  si è individuato il Sindaco giusto e abbiamo vinto, lasciando fuori dalla città, certo potere politico “straniero” che sin quì ha creato solo disgregazione. Dietro il progetto politico di Nicola Bonanno c’è stata ampia convergenza, ed ancora più importante il grande consenso elettorale. Qualche altro candidato sindaco  ha perso dignitosamente, altri, con i loro comportamenti e risultati  hanno rasentato il ridicolo, purtroppo alcuni personalismi hanno prevalso sull’interesse collettivo e rischiavano di fare danno. Vogliamo sperare che gli ultimi accadimenti siano propedeudici alla comprensione del grande valore dello stare insieme. Questo valore, spesso, può essere perseguito con la capacità di ciascuno di saper fare passi indietro, quando è necessario. Purtroppo non tutti hanno questa capacità, alcuni si credono gli unici detentori di saggezza ed intelligenza politica e temo che possa accadere che neanche dopo l’evidente risultato si riescano ad attenuare le errate e dannose convinzioni. Ecco perchè sento il dovere, di esortare tutti noi, ad abbandonare le vecchie prassi e come alcuni abbiamo fatto fin quì, a lavorare esclusivamente per l’interesse della nostra città, sapendo rinunciare alle nostre personali velleità.