Mi ripropongo come candidato al consiglio Comunale di Caltagirone.

Ecco i principali scopi della mia azione politica nella città:

-miglioramento ed adeguamento regolamentazione comunale in materia di edilizia, tributi, attività produttive e servizi sociali.

-miglioramento dei servizi svolti dagli uffici comunali anche mediante la valorizzazione del ruolo dei dipendenti.

-Istituzione di efficienti servizi di pubbliche relazioni per ogni ufficio in modo da evitare che per un diritto i cittadini debbano rivolgersi ai politici ed amministratori;

-fare in modo che gli uffici comunali siano a servizio dei cittadini e non viceversa, promuovendo norme procedurali che favoriscano il massimo di trasparenza, come ad esempio, l’esame delle pratiche per stretto ordine di arrivo e la risposta scritta, certa ed immediata ad ogni richiesta.

-favorire l’ edificabilità dei suoli, proporre la eliminazione di vincoli in aree di non particolare pregio ambientale.

-favorire la privata iniziativa, di tutti e non solo quella di alcuni.

-favorire l’associazionismo come vero volontariato a servizio della collettività.

Ho  lavorato e contribuito perché i miei obiettivi si tramutassero in fatti concreti. In questi 5 anni mi sono dedicato, sopratutto, all’amministrazione, proponendo nuovi spunti di riflessione, ho collaborato allo studio ed alla stesura di tanti provvedimenti. Con tantissimi interventi in consiglio comunale . Mi sono impegnato nell’ estrema cura dei rapporti interpersonali, basati, principalmente sul rispetto del prossimo. Ho fatto il consigliere comunale, nel vero senso del termine e, con l’esperienza acquisita posso certamente incidere di più. A me interessa solo la soddisfazione di potere contribuire al bene della mia città. Non cerco altro.  La mia porta, sempre aperta a tutti i cittadini che sanno dove trovarmi. Mai latitante. Sempre  rintracciabile e disponibile, al telefono o direttamente nell’ufficio in via Roma n. 195. Sempre presente sulla scena politica,  pronto a sostenere le battaglie per la nostra città.  Chiedo un rinnovato sostegno, perchè ho voglia di fare. Lo chiedo nella convinzione di poterti rappresentare con dignità.

Amministrative del 6 e 7 Maggio

Tra poco ci accingeremo ad eleggere il Sindaco ed a rinnovare il consiglio comunale. Ho deciso anche questa volta di ricandidarmi per continuare nel lavoro che ho fatto fin qui. Già vedo chi in giro chi prova ad incassare per i favori resi. Chi promette l’impossibile. Chi crede di potere cambiare il mondo. Io, invece, ho deciso di ripropormi con tutta la mia umiltà. Quella di chi è certo di avere lavorato,  nel silenzio,  su ogni singola questione, per trovare le migliori soluzioni possibili. Centinaia di provvedimenti presentati in consiglio, mozioni, interrogazioni, ed emendamenti, su ogni questione che poteva riguardare la vita di noi tutti, un modo nuovo di fare il consigliere, quasi unico, che certamente ha prodotto  risultati concreti (clicca qui). Eppure sono certo che la ferma convinzione di avere fatto il mio dovere, non sarà sufficiente per captare i consensi necessari alla mia rielezione che potrebbe pure non interessarmi, se non fosse che lo sento come dovere. Perché sono certo di potere dare ancora. Sono certo che continuerò a spulciare ogni singolo provvedimento, per trovare le soluzioni migliori per noi tutti, io che vivo in mezzo alla gente, che conosco tanti problemi, che so trovare le soluzioni. Sento il dovere morale