Dichiarazione del Consigliere De Pasquale al Consiglio Comunale del 16/2/2011

Signor Presidente, signor Sindaco, Colleghi Consiglieri,

Ho dovuto subire un pesante attacco personale e politico a causa delle mie libere scelte, e rispetto al quale non intendo replicare alla stessa maniera; però è servito a darmi maggiore consapevolezza della ragione che ho avuto nel vivere un malessere rispetto alla mia precedente collocazione politica. Non lo meritavo per l’amicizia e la fiducia condivisa e per aver mantenuto tutti gli impegni presi, sino all’ultimo, avendo consentito l’elezione di un nuovo capogruppo che faceva riferimento all’area alla quale appartenevo. Non sono certamente dipesi da me, altri processi che causarono la fuoriuscita dal gruppo di altri due consiglieri nello stesso momento in cui lo facevo io, cosa che diede l’opportunità di costituire un nuovo gruppo consiliare, purtroppo già disciolto.

Adesso ho aderito a Forza del SUD, ma voglio comunicare a questo consiglio comunale che Forza del SUD altro non è che una componente dello stesso PDL che si stacca da esso, per formare un partito che si caratterizza per difendere le ragioni del sud, controbilanciando lo strapotere della Lega Nord.

Quindi è chiaro che chi aderisce a Forza del Sud, resta nella stessa coalizione, teoricamente vicino al PDL e certamente non diventa un comunista. Tanto che alcuni nostri parlamentari sono ancora nei gruppi di camera e senato del PDL.

Forza del SUD vive dei principi fondanti del PDL ma in più ha la caratteristica di essere un partito meridionalista.

Non so se l’azione politica sarà efficace, non so se riusciremo a diventare un grande partito meridionale, però mi piace dare il mio piccolo contributo per questa grande sfida.

D’altro canto si tratta di mantenere una mia coerenza rispetto all’incoerenza dei partiti. Come sapete ho militato in Nuova Sicilia, che si disciolse nell’MPA quando l’MPA era un movimento molto vicino alle posizioni del PDL.

In seguito alla rottura tra MPA e PDL ho preferito mantenere la mia coerenza di uomo di centro-destra, aderendo a quest’ultimo.

Ma adesso mi viene data l’opportunità di fare la sintesi della mia, modestissima, azione politica che si è caratterizza per essere stata di tipo liberal-popolare con grande interesse ai temi autonomistici e meridionalistici.

Ritengo che Forza del Sud nel nostro territorio, avrà una forte caratterizzazione locale, scevra da interferenze esterne, in tale ottica, tanto per essere chiari, mi impegno, anche all’interno del Consiglio Comunale, a prendere le mie decisioni liberamente e senza alcun condizionamento di segreterie provinciali, regionali e nazionali. E’ chiaro che si sta nei partiti ma le scelte in ambito locale, pur da condividere, devono partire dal basso e non calare dall’alto.

Con questo spirito continuerò nella mia attività consiliare, con i limiti che certamente ho, ma con l’impegno che condivido assieme a tutti voi.

Berlusconi: ora formare un partito del Sud

Cosi’ come c’e’ la Lega al nord e’ arrivato il momento di formare un partito del Sud. E’ la convinzione espressa da Silvio Berlusconi al gruppo dei ‘Responsabili’ durante una cena a Palazzo Grazioli. Il premier si e’ detto convinto della necessita’ di far convergere in un unico partito tutti i movimenti del Meridione, a partire da quello di Micciche’

notizia di agenzia 4 febbraio 2011

La coerenza

Mi piace ricordare e far ricordare che la mia esperienza politica inizia con la candidatura in Forza Italia nel lontano anno 1997: anche se  non ero un militante accanito, avevo condiviso i principi fondanti del movimento. Tuttavia, da sempre animato dalla convinzione che l’attuazione dell’autonomia avrebbe portato molti vantaggi alla nostra Regione, ed essendo nato un forte partito a carattere regionale, nell’anno 2003 decisi di candidarmi nella lista di Nuova Sicilia, che era un movimento autonomista di centro-destra, comunque molto vicino alle posizioni di Forza Italia, si dice addirittura che nella provincia di Catania ne costituisse una lista satellite. Questo avrebbe consentito a Forza Italia di avere Nuova Sicilia come  alleato fedele a Caltagirone. Successivamente Nuova Sicilia fu sciolta per confluire  nell’MPA. Entrato nell’MPA mi candidai alle comunali dell’anno 2007 anche perchè sembrava tenere l’alleanza politica tra l’MPA  e Forza Italia poi divenuta PDL.  Purtroppo dopo le elezioni regionali questo asse si ruppe ed io  cominciai a sentire qualche malessere. Fu naturale per me, guardare con simpatia ed interesse al nuovo PDL, unica alternativa all”MPA che intanto ci deludeva per l’azione politica portata avanti dal suo leader a livello regionale sempre alla ricerca dell’appoggio della sinistra.  Una parte del PDL ha deciso di staccarsi e fondare FORZA DEL SUD , ci sono anche il l Sottosegretario alla Presidenza  Gianfranco Miccichè ed il senatore Salvo Fleres, quest’ultimo mia conoscenza sin dalla mia prima candidatura in Forza Italia. Mi hanno  invitato a percorrere una nuova strada, a credere che ci possa essere un partito del sud, nel centro destra, in contrapposizione al predominio della Lega Nord. Non dobbiamo scontrarci con gli alleati della Lega ma controbilanciare il loro potere all’interno della coalizione ,  tutto ciò provando a restare  nella stessa area del PDL. Il progetto sembra entusiasmante è la sintesi di tutta la mia esperienza politica, stare nel centro destra, condividere i principi fondanti di Forza Italia prima e PDL poi, dare il mio piccolo  contributo alla creazione del partito del sud, che va addirittura al di la dello spirito autonomista, che ha animato, in vari momenti, la mia militanza politica. Una volta c’erano i partiti ed al loro interno si formavano le correnti. Oggi ci sono le coalizioni ed al loro interno si formano i partiti ed a questo punto,  la coerenza si misura rispetto alla capacità di saper rimanere in una coalizione. Se poi i passaggi avvengono nell’ambito di un percorso lineare e limpido, con comportamenti che si sono contrapposti alla mancanza di coerenza degli altri…. penso proprio che in alcuni casi si possa tranquillamente trattare di vera coerenza personale e assoluta fermezza nel credere nei propri principi, al costo di cambiare partito o movimento di appartenenza. Forse un ragionamento difficile da comprendere, ma ne sono certo,  non per tutti…..
*******************************************************************
*******************************************************************
pubblicato nel blog :http://www.claudiodepasquale.it/ il 8-2-2011
*******************************************************************
******************************************************************* 

Il Vizio di Pensare

…… Pensare non è come fumare un buon sigaro né come mettersi le dita nel naso o rosicchiarsi le unghie, semmai è come mangiare o respirare: non farlo significa non vivere.
       Pensare è un vizio considerato tale solo dai potenti che ritengono che solo loro possano pensare, mentre gli altri debbano limitarsi a diffondere il pensiero del potente che lo ha espresso. Essi, cioe, sono convinti che non sia necessario respirare o mangiare ma sia sufficiente sapere che qualcuno lo fa, e magari morire di fame o per soffocamento.
       Che ve ne pare? E’ un po confuso come concetto, vero?
Eppure ho la sensazione non solo che sia stato chiaro ma ciascuno dei lettori abbia, in cuor suo, individuato questo o quel potente a cui affibbiare l’esempio […..]

(tratto da “Il Vizio di Pensare” di Salvo Fleres)

Costituito il gruppo PDL per il Sud in Consiglio Comunale

Si è costituito un nuovo gruppo consiliare denominato PDL per il SUD tra i consiglieri De Pasquale, Lo Nigro e Incarbone. Il motivo portante della creazione del gruppo è quello di dare un segnale di capacità di autonomia decisionale rispetto alla mancanza di dialogo ed alla prevaricazione delle correnti. L’accordo programmatico sull’attività consiliare raggiunto potrà dare buoni frutti: il tentativo è quello di ragionare non sulla base delle appartenenze, ma su base democratica, prendendo le decisioni di volta in volta rispetto ai provvedimenti da valutare in consiglio comunale.

STAFF
http://www.claudiodepasquale.it/