Per le sanatorie si puo fare l’autoconcessione?

Palermo, condono edilizio con la perizia giurata, l’assessore Di Trapani chiede applicazione di tariffe minime

Pubblicato: Dic 4, 2008


Un accordo con gli ordini professionali – architetti, ingegneri e geometri – per adottare tariffe minime rispetto ai tariffari in modo da venire incontro a tutti coloro che intendono avvalersi della perizia giurata per le istanze di condono edilizio, limitatamente a quelle che si riferiscono ex L. 47/85 e L. 724/94.La richiesta di collaborazione ai tecnici, che nei prossimi giorni sarà definita durante un incontro con tutti i rappresentanti dei professionisti, è dell’assessore comunale all’Edilizia privata Giovanni Di Trapani, che già nei giorni scorsi aveva annunciato una massiccia campagna promozionale attraverso l’affissione per mettere i cittadini nelle condizioni di aderire al condono utilizzando lo strumento della perizia giurata, sostitutivo a tutti gli effetti della concessione o della autorizzazione edilizia in sanatoria. Naturalmente, provvedendo al versamento al Comune degli oneri dovuti. “La perizia giurata – afferma l’assessore Di Trapani – garantisce al cittadino in tempi ragionevolmente brevi l’ottenimento della concessione o della autorizzazione edilizia, con lo snellimento delle procedure e nei prossimi giorni porterò in Giunta anche la delibera che dà il via libera all’avviso alla cittadinanza con l’affissione. Tra l’altro – prosegue l’assessore – l’art. 17 della legge n. 4/03 non definisce alcun termine di scadenza per la presentazione delle perizie giurate che, quindi, potranno continuare ad essere incamerate dal Comune”.
Dalla data di entrata in vigore della L. 4/2003 al 31 dicembre 2007 sono state presentate 2.256 perizie giurate, mentre quest’anno ne sono arrivate agli uffici soltanto 335.“Ho ritenuto opportuno – continua Di Trapani – coinvolgere le categorie professionali che hanno dimostrato la giusta sensibilità per agevolare ulteriormente, dal punto di vista economico, quei cittadini che volessero far ricorso alla perizia giurata. Dunque, coloro che si rivolgeranno agli ingegneri, agli architetti e ai geometri avranno l’opportunità di corrispondere un onorario vicino ai minimi tabellari, rapportato, evidentemente, alla tipologia di abuso edilizio cui si riferisce la richiesta di perizia. La collaborazione degli ordini professionali – conclude Di Trapani – potrebbe rivelarsi fondamentale, giacché il problema condono negli anni ha assunto vaste dimensioni e non può più essere procrastinato, né affidato al caso o ad iniziative disorganiche”.La perizia dovrà essere redatta ai sensi dell’art. 17 della L.R. 4/2003 conformemente allo schema, che si può trovare nel sito www.comune.palermo.it – Sportello Unico Edilizia Privata U.O.12, e le istanze dovranno essere presentate all’Ufficio Sportello dell’Edilizia Privata, che si trova in piazzetta Cairoli 5, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30.Va ricordato che ai sensi della L. 47/85 e L. 724/94 e successive modifiche ed integrazioni, per abusi edilizi commessi nel territorio comunale, sono state presentate circa 35 mila istanze ex L. 47/85 e circa 15 mila ex L. 724/94.

(FONTE: Siciliatoday-economia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *