Consiglio Comunale del 23/5/2008

Non sono stato presente.
Si è votato il provvedimento che istituiva l’addizionale IRPEF ed il bilancio di previsione 2008. Bene: Abbiamo evitato un bilancio disequilibrato con rischio di dissesto finanziario.
Male: alcuni Consiglieri Comunali non accettano le posizioni che democraticamente si formano nel consiglio comunale.
Per chi non lo sapesse il consigliere comunale, fra le altre, ha queste prerogative: 1)Votare a favore, 2)votare contro, 3)astenersi, 4)uscire al momento del voto 5)non partecipare ai lavori. La questione di opportunità fa prendere la decisione. Siccome tre consiglieri comunali dell’MPA erano assenti, parte del Centrodestra locale si è messo contro di loro. Dimenticando però che il provvedimento è passato con il voto favorevole di Modica ed Aleo (Forza Italia-PDL) e la fuoriuscita di Bauccio e Garofalo al momento del voto. Pertanto se è passato il provvedimento dell’istituzione dell’Irpef, la cosa non può attribuirsi agli assenti. Piuttosto ai presenti. Nel merito? meglio così.
Al prossimo Consiglio Comunale.

mi pare una buona proposta

L’amico Gianluca Iurato mi ha inviato questa proposta ho tagliato qualche passaggio perchè piccantello….. meglio qualche omissis!

Caro Claudio, leggendo le new del tuo sito, mi complimento ancora per la vera attività da te svolta e voglio proporti la seguente:

Omissis!

Come tu avrai notato, il sabato pomeriggio è a dir poco vergognoso che fino alle 15.30 – 16.00 lungo la via Autonomia, Piazza Falcone e Borsellino nonchè sul viale Europa, ci siano ancora sacchetti di plastica, rifiuti vari e residui del mercato settimanale. Non capisco come mai più volte si è tentato di sistemare la situazione senza mai concludere qualcosa di fattivo. Eppure penso che se ogniuno facesse il proprio lavoro, questo non accadrebbe. Per mia conoscenza so che:
1) La ditta che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti più volte ha consegnato i sacchi agli ambulanti. Ciò al fine di mettere ciascuno i propri rifiuti dentro i sacchi in modo che gli operatori ecologici alle 14.00 raccogliessere solo i sacchi e non i rifiuti sparsi per terra;
2) Più volte assessori, dirigenti, vigili urbani hanno sensibilizzato e vigilato gli ambulanti ottenendo risultati provvisori di uno – due sabati e poi nuovamente tutto come prima;
3) Le strade interessate dal mercato fino alla fine della raccolta dei rifiuti dovrebbero essere transennate e dovrebbe essere vietato il traffico veicolare al fine di permettere agli operatori ecologici di poter lavorare con la giusta tranquillità. Senza dover stare attenti a schivare le autovetture che circolano nell’area interessata.
Per quanto sopra questi i deficit che ho rilevato:
a) Mancata distribuzione dei sacchi da parte della ditta a cui è appaltato il servizio di raccolta dei rifiuti. (Che logicamente non fa perchè sarebbero inutili in quanto gli ambulanti butterebbero ugualmente i rifiuto per terra;
b) Mancata sorveglianza …. OMISSIS !!!!!!
c) I vigili urbani ……. OMISSIS!!!!!!!!!!

Secondo me questi i provvedimenti da prendere:
I) La ditta dovrebbe tornare a distribuire i sacchi neri ai commercianti, già di prima mattina;
II) I vigili urbani (OMISSIS!!!!!!) dovrebbero essere presenti nell’area interessata dal mercato settimanale fino alle 14.00;
III) Sanzionare gli ambulanti non con multe di € 50,00 – 100,00 ma inibendoli nel montare il sabato successivo (Ciò significa un mancato guadagno molto più pesante della semplice multa);
IV) Transennare tutta l’area interessata fino alle 16.00 o comunque fino a quando gli operatori hanno finito la raccolta dei rifiuti.
Fammi sapere che ne pensi e se ritieni il caso di volere portare avanti quanto sopra.
Gianluca Iurato

Ne penso bene si può fare una mozione ………

Cimitero, no alla mozione

Dal quotidiano LA SICILIA del 16/5/2008

La «pax» politica è prevalsa nella seduta
del Consiglio comunale dedicata all’argomento
privatizzazione cimitero di Caltagirone.
Non passa ai voti la mozione
proposta dal consigliere del Gruppo misto
Luca De Caro (primo firmatario).
Questo l’esito: con 18 voti favorevoli e 18
contrari è risultato determinante il «no»
del consigliere de La Destra-As, Maurizio
Bauccio, che ha sostenuto il voto dei consiglieri
del Centrosinistra; erano assenti
i consiglieri Massimo Alparone (Mpa) e
Antonino Russo (Pd). Il dibattito, quanto
i firmatari della mozione, si è incentrato
su tre punti, vale a dire che: «la polizza fideiussoria
di 2 mln di euro non serve a
tutela del capitale, ma per responsabilità
civili; che le aree da espropriare a Caltagirone
e Granieri devono passare da 0,40
cent di euro a 50 mq, e che, alla luce del
Project non saranno tutelati gli artigiani
locali». Queste, dunque, le rivendicazioni
dei consiglieri del centrodestra intervenuti:
De Caro, Garofalo, Lirosi, Gravina,
Carestia, Alba, De Pasquale, Privitera,
Aleo, Pozzo e Lo Nigro.
Sul fronte centrosinistra i consiglieri
Roccuzzo e Pulvirenti, hanno invece risposto
che «la scelta attuata dall’Amministrazione
consentirà di risolvere alla
radice il cronico problema dei loculi».
Il consigliere Bauccio di As ha così
motivato il suo voto: «Non sostengo strumentalizzazioni
mosse a danno della
scelta dell’Amministrazione, quella del
project, che servirà a risolvere i disagi
degli utenti del cimitero». Replica il consigliere,
Luca De Caro: «Ho chiesto l’invio
degli atti alla Procura e alla Corte dei
conti. L’operazione project è a costo zero
per una ditta che non offre garanzie».
L’assessore ai Servizi cimiteriali, Enzo
Di Stefano: «Il capitale delle imprese che,
a giorni arriverà a 4 milioni e 800 mila
euro, funge da garanzia per i cittadini.
Saranno assunti 5 necrofori e valutate le
attività dei marmisti locali».
Il sindaco, Francesco Pignataro: «In
Consiglio sono emerse le contraddizioni
dei firmatari della mozione. Con questo
provvedimento faremo risparmiare i cittadini
e coroneremo l’aspirazione di Granieri
ad avere un cimitero».
GIANFRANCO POLIZZI

ecco i deputati regionali eletti

Ecco la nuova Ars

Proclamati gli 80 deputati del Parlamento siciliano: 34 sono del Pdl, 29 del Pd. L’elenco completo

PDL (34 DEPUTATI): Nino Bosco, Michele Cimino, Luigi Gentile, Raimondo Torregrossa, Edoardo Leanza, Innocenzo Leontini, Carmelo Incardona, Giambattista Bufardeci, Vincenzo Vinciulo, Giulia Adamo, Livio Marrocco, Antonino Scilla, Salvo Pogliese, Antonino D’Asero, Pippo Li Moli, Fabio Mancuso, Giovanni Cristaudo, Guglielmo Scammacca, Pippo Nicotra, Marco Falcone, Santi Formica, Giuseppe Buzzanca, Nino Beninati, Roberto Corona, Carmelo Currenti, Francesco Cascio, Francesco Scoma, Ignazio Marinese, Salvino Caputo, Alessandro Aricò, Francesco Mineo, Francesco Musotto, Giovanni Greco e Alberto Campagna.MPA (16 DEPUTATI): Raffaele Lombardo (presidente della Regione), Roberto Giovanni Di Mauro, Pino Federico, Paolo Colianni, Riccardo Minardo, Giuseppe Gennuso, Paolo Ruggirello, Lino Leanza, Angelo Lombardo, Nicola D’Agostino, Marco Forzese, Giuseppe Arena, Cateno De Luca, Fortunato Romano, Annamaria Caronia e Salvatore Lentini.UDC (11 DEPUTATI): Salvatore Cascio, Rudy Maira, Orazio Ragusa, Giuseppe Gianni, Giovanni Ardizzone, Nino Dina, Antonello Antinoro, Toto Cordaro, Riccardo Savona, Giuseppe Lo Giudice e Fausto Fagone.PD (29 DEPUTATI): Anna Finocchiaro, Giovanni Panepinto, Giacomo Di Benedetto, Lillo Speziale, Giuseppe Di Giacomo, Bruno Marziano, Roberto De Benedictis, Filippo Panarello, Giuseppe Laccoto, Franco Rinaldi, Gaspare Vitrano, Giuseppe Lupo, Davide Faraone, Antonello Cracolici, Pino Apprendi, Camillo Oddo, Baldassare Gucciardi, Giovanni Barbagallo, Concetta Raia, Cataldo Florenza, Michele Galvagno, Vincenzo Marinello, Miguel Donato Donegani, Antonino Di Guardo, Salvatore Termine, Giouseppe Picciolo, Roberto Ammatuna, Mario Bonomo e Massimo Ferrara.

composizione Camera

Il Popolo della libertà: 37,39% – 272 seggi
Lega Nord: 8,3% – 60 seggi
Movimento per l’autonomia: 1,13% – 8 seggi
Pdl – Lega Nord – Mpa: 46,81% – 340 seggi

Partito Democratico: 33,17% – 211 seggi
Di Pietro Italia dei valori: 4,37% – 28 seggi
Pd – Italia dei Valori: 37,54% – 239 seggi

La Destra fiamma tricolore: 2,43% – 0 seggi
La Sinistra Arcobaleno: 3,08% – 0 seggi
Unione di centro: 5,62% – 36 seggi
Partito socialista: 0,98% – 0 seggi

composizione Senato

Ecco come sarà composto il nuovo Senato della Repubblica (dati definitivi-mancano i 6 senatori esteri):
PDL 144
Lega 25
MPA 2
Totale centrodestra: 171

PD 116
IDV 14
Totale centrosinistra: 130

UDC 3
SVP 2*
SVP-Insieme per le Autonomie 2*
UV 1

*da aggiungere con ogni probabilità alla quota del centrosinistra

tettoie e pertinenze

Ai colleghi tecnici interessati.

La proposta di delibera da me presentata in relazione a tettoie e pertinenze è in fase di lavorazione. Ovviamente potete immaginare che tipo di parere abbia dato l’Ufficio.Vi confesso che non è molto favorevole. In linea di massima la proposta pare accoglibile ma a condizione che si diminuiscano le superfici proposte ed infine si ritiene trattarla in sede di revisione dell’intero PRG. Adesso dovrebbe andare in quarta commissione consiliare, conto molto sull’intervento politico. Vi confesso che non è per niente facile portare avanti il nostro progetto di regolamentazione di questa parte del regolamento edilizio. Ma io non demordo e metterò tutto l’impegno necessario, fino alla fine. Intanto sento di ringraziare pubblicamente il consigliere e collega Totò Raccuglia che mi sta vicino in questa battaglia, al fine di trovare un punto d’incontro per riuscire a far passare una proposta che è tutta tesa alla tutela dell’interesse generale. Un ringraziamento anche a Totò Mingiardi, di idee molto aperte e vicine alle aspettative dei cittadini, componente della commissione edilizia comunale, che sull’argomento ha prestato molta attenzione ed interesse, cosa non trascurabile per i processi decisionali del’Amministrazione.